Come insegnargli a stare da solo?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 9:04 am

Ciao a tutti. Abbiamo Jack a casa da meno di una settimana e mi sembra che si sia ambientato bene. Adesso io sono in ferie, motivo per cui abbiamo deciso di prenderlo proprio in questo periodo. Il problema è che il 25 agosto io devo tornare a lavoro, e purtroppo il mio ragazzo non ha ferie. Come faccio ad insegnargli che dovrà stare da solo per 9 ore al giorno? Quando sara più grande vorrei lasciarlo in giardino durante il giorno, magari si annoia di meno. Vede più cose, sente più cose... Ma per il momento starà in casa. Ho paura che piangerà tanto, e non voglio che stia male. Non so di preciso come cominciare... Oggi proverò a metterlo nel recinto mentre faccio i lavori di casa perché mi sta sempre tra i piedi. Se lo lascio in una stanza che sta dormendo appena si sveglia mi viene a cercare e si rimette a dormire vicino a me; cosa che mi preoccupa un po, perché se non vuole stare in una stanza da solo quando io sono in giro per casa, come starà tutto solo quando noi saremo a lavoro? pleease help 
P.S. Scusate il romanzo opss 
Grazie

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 9:42 am

Visto l'incombente rientro al lavoro per te, non perdere altro tempo ed inizia ad abituarlo da oggi a star solo: per iniziare, approfitta dei momenti in cui è molto stanco (magari dopo il gioco o una bella passeggiata, o quando gli viene l'abbiocchino post-pappa).
Esci in maniera assolutamente casuale, senza dargli minimamente attenzione prima di chiuderti la porta alle spalle ed allontanati abbastanza, in maniera che lui non possa percepire che sei comunque nei paraggi.
Io abito in condominio e le prime volte (ho iniziato ad abituare Tina quando lei stava con me da soli 3 giorni, non potevo fare diversamente) scendevo due rampe di scale: abbastanza per riuscire ancora a sentirla se abbaiava o piangeva (praticamente mai successo, in realtà, anche a detta dei vicini... e le pareti da me sono veramente sottili) e, nel contempo, per darle l'impressione che fossi proprio andata via.
Fondamentale, se piange, è aspettare un momento in cui è di nuovo in silenzio, per rientrare: altrimenti la sua impressione sarà che i suoi lamenti funzionano benissimo da richiamo.
Quando rientri, fallo in maniera assolutamente casuale, cioè ignorandolo, anche se ti fa le feste con grande frenesia: spostati per casa senza prestargli attenzione, fai come se lui non ci fosse per alcuni minuti. Premetto che non dovrà essere sempre così, io e Tina per esempio ormai quando ci ritroviamo dopo una mia assenza (di 20 minuti come di 4 ore) ci copriamo vicendevolmente di baci  I love you ... ma nel periodo in cui il cucciolo deve abituarsi dicono di evitare perchè altrimenti lui registra che il ritrovarsi è un momento specialissimo, e questo può accrescere la sua ansia mentre è solo.
Per i primi tentativi, regolati con assenze sui 15 - 20 minuti, più volte al giorno, poi aumenta (occhio che non hai molto tempo). Cerca di non legare le uscite a momenti, comportamenti o orari particolari, in maniera che nel piccolo non si crei l'ansia per l'incombere di un momento che certo non gradisce.
Ricordati di verificare che non ci siano pericoli per lui in casa (cavi elettrici, cuscini con imbottiture distruggibili, etc etc), visto che potrebbe decidere di ingannare l'attesa con occupazioni distruttive: molti, per evitare danni e pericoli per il piccolo, lo confinano in una stanza o in un recintino, ma bisogna che anche a questo sia abituato per gradi, così che non lo prenda per una punizione.
Però 9 ore da solo per un cucciolo sono davvero tante, di sicuro vanificano anche l'educazione igienica (pipì al posto giusto) che potrai fare nel tempo che resta: non c'è proprio nessuno che può darvi una mano almeno per un po' di mesi, passando dal piccolo un paio di volte e/o trascorrendo con lui qualche ora?

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Giuliaeco il Mer Ago 13, 2014 10:30 am

Kiara ha scritto:Visto l'incombente rientro al lavoro per te, non perdere altro tempo ed inizia ad abituarlo da oggi a star solo: per iniziare, approfitta dei momenti in cui è molto stanco (magari dopo il gioco o una bella passeggiata, o quando gli viene l'abbiocchino post-pappa).
Esci in maniera assolutamente casuale, senza dargli minimamente attenzione prima di chiuderti la porta alle spalle ed allontanati abbastanza, in maniera che lui non possa percepire che sei comunque nei paraggi.
Io abito in condominio e le prime volte (ho iniziato ad abituare Tina quando lei stava con me da soli 3 giorni, non potevo fare diversamente) scendevo due rampe di scale: abbastanza per riuscire ancora a sentirla se abbaiava o piangeva (praticamente mai successo, in realtà, anche a detta dei vicini... e le pareti da me sono veramente sottili) e, nel contempo, per darle l'impressione che fossi proprio andata via.
Fondamentale, se piange, è aspettare un momento in cui è di nuovo in silenzio, per rientrare: altrimenti la sua impressione sarà che i suoi lamenti funzionano benissimo da richiamo.
Quando rientri, fallo in maniera assolutamente casuale, cioè ignorandolo, anche se ti fa le feste con grande frenesia: spostati per casa senza prestargli attenzione, fai come se lui non ci fosse per alcuni minuti. Premetto che non dovrà essere sempre così, io e Tina per esempio ormai quando ci ritroviamo dopo una mia assenza (di 20 minuti come di 4 ore) ci copriamo vicendevolmente di baci  I love you ... ma nel periodo in cui il cucciolo deve abituarsi dicono di evitare perchè altrimenti lui registra che il ritrovarsi è un momento specialissimo, e questo può accrescere la sua ansia mentre è solo.
Per i primi tentativi, regolati con assenze sui 15 - 20 minuti, più volte al giorno, poi aumenta (occhio che non hai molto tempo). Cerca di non legare le uscite a momenti, comportamenti o orari particolari, in maniera che nel piccolo non si crei l'ansia per l'incombere di un momento che certo non gradisce.
Ricordati di verificare che non ci siano pericoli per lui in casa (cavi elettrici, cuscini con imbottiture distruggibili, etc etc), visto che potrebbe decidere di ingannare l'attesa con occupazioni distruttive: molti, per evitare danni e pericoli per il piccolo, lo confinano in una stanza o in un recintino, ma bisogna che anche a questo sia abituato per gradi, così che non lo prenda per una punizione.
Però 9 ore da solo per un cucciolo sono davvero tante, di sicuro vanificano anche l'educazione igienica (pipì al posto giusto) che potrai fare nel tempo che resta: non c'è proprio nessuno che può darvi una mano almeno per un po' di mesi, passando dal piccolo un paio di volte e/o trascorrendo con lui qualche ora?

quoto in pieno, confermo che prima lo abitui a brevi assenze via via più lunghe e meglio sarà, mi raccomando non farti intenerire se lo senti piangere e se quando torni sarà felicissimo Wink e davvero cerca qualcuno che ti aiuti a spezzare queste 9 ore con una passeggiata, sono davvero troppe e potrebbero essere diseducative! Piuttosto prendi un dog sitter Very Happy
avatar
Giuliaeco

Numero di messaggi : 4986
Età : 39
Località : Savona
Data d'iscrizione : 31.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da gio.uolfot il Mer Ago 13, 2014 11:08 am

Quoto Kiara e aggiungo un piccolo consiglio.
Procurati qualcosa da lasciargli quando è da solo, in modo che sia occupato e che si sfoghi proprio su quello, anzichè su oggetti della casa  affraid .
Per esempio: osso di pelle di bufalo, unghie di manzo, kong, qualche giochino...

Facci sapere come procede la sua educazione :)
avatar
gio.uolfot

Numero di messaggi : 1679
Età : 43
Località : monza
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 11:32 am

a questo punto la mia domanda è questa: non rischio che dopo diventi ancora più pesante per lui? cerco di spiegarmi meglio... mettiamo che qualcuno potrebbe passare a stare un po con lui un paio di volte al giorno. magari verso metà mattinata e poi a pranzo per dargli anche da mangiare. per quanto tempo deve andare avanti cosi? se lui si abitua alla presenza di qualcuno durante il giorno, quando la cosa non sarà più possibile come andrà? o lo si deve abituare col tempo con meno visite finché stara tranquillo poi da solo?

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 11:44 am

Che per lui da più grande poi possa essere poco piacevole adattarsi a perdere questa presenza di passaggio, può darsi... però a mio avviso resta il fatto che 9 ore solo per un cucciolo sono decisamente improponibili, e non mi riferisco al problema dei bisogni (che senza una guida non è che possa imparare da solo a fare sempre sulla traversina, per intenderci)

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da gio.uolfot il Mer Ago 13, 2014 12:17 pm

9 ore da solo sono troppe. Fatti aiutare da qualcuno, oppure rischi anche di rovinare il carattere del cane ed il vostro rapporto con lui.
avatar
gio.uolfot

Numero di messaggi : 1679
Età : 43
Località : monza
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 12:27 pm

adesso ci mobilitiamo per trovare qualcuno. ho provato a metterlo nel recinto per fare le pulizie in casa. in certi momenti urla abbastanza. anche se io sono solo in un altra stanza. la domanda comunque resta, per quanto tempo dovremo andare avanti cosi?

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Giuliaeco il Mer Ago 13, 2014 12:46 pm

Maggy ha scritto:adesso ci mobilitiamo per trovare qualcuno. ho provato a metterlo nel recinto per fare le pulizie in casa. in certi momenti urla abbastanza. anche se io sono solo in un altra stanza. la domanda comunque resta, per quanto tempo dovremo andare avanti cosi?
Io ci ho messo una settimana abbondante ad abituare Lia a stare sola per un massimo 6 ore, uscendo mezz'ora il primo giorno, un'ora il secondo e così via. Con Imo è stato più facile perchè essendoci Lia ha percepito un pochino meno il distacco. Tutti noi lavoriamo quindi non mi metto su un pulpito ma mi viene spontaneo dirti che forse dovevi pensarci prima al problema delle 9 ore di solitudine, sono tante sai e prima dei 6-9 mesi è meglio che ogni giorno qualcuno spezzi la giornata con una passeggiata Wink
avatar
Giuliaeco

Numero di messaggi : 4986
Età : 39
Località : Savona
Data d'iscrizione : 31.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 12:52 pm

Non credo si possa definire a priori quel che chiedi: anche rispetto allo star soli per poco mica reagiscono tutti alla stessa maniera...

Se può interessarti, a Torino opera un'Associazione di educatori molto valida, si chiama Testacoda: immagino che questa settimana non siano reperibili, ma in generale organizzano (credo sempre in zona ex-zoo, sul lungoPo) attività educative, sessioni di puppyclass ed altro con personale molto qualificato. Se non trovi un familiare di appoggio, magari tramite TestaCoda possono indicarti un dog-sitter affidabile.

Rispetto al recintino, prova a renderglielo meno indigesto lasciandolo aperto e invitando lui ad entrare con un giochino, chiudendolo solo ogni tanto, per tempi variabili e poi riaprendolo. Premia molto ogni momento in cui lui ci sta senza dar di matto.

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da gio.uolfot il Mer Ago 13, 2014 12:55 pm

Per sempre!  Twisted Evil 

Datevi del tempo per conoscere il cane, creare un rapporto con lui, educarlo alla vita che farà, dargli delle abitudine, insegnargli tutto...capirete da soli i suoi tempi e le sue esigenze! 
Non abbiate fretta, non fissatevi sulle cose, siate irremovibili su quelle 2 o 3 cose che per voi sono importanti che lui impari e per tutto il resto siate "elastici", dategli il tempo di ambientarsi e crescere con calma, con serenità, con amore. E' un cucciolo, è come un bambino.
Non esiste una risposta uguale per tutti i cani ...e soprattutto per tutti i padroni.
Solo certe cose valgono per tutti: la pazienza, l'amore, il rispetto, la fiducia che avrete per lui, saranno ripagati nella stessa maniera da lui nei vostri confronti.
Quindi, se sarete "bravi" voi lo sarà anche lui Wink
avatar
gio.uolfot

Numero di messaggi : 1679
Età : 43
Località : monza
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da gio.uolfot il Mer Ago 13, 2014 12:57 pm

Maggy ha scritto:adesso ci mobilitiamo per trovare qualcuno. ho provato a metterlo nel recinto per fare le pulizie in casa. in certi momenti urla abbastanza. anche se io sono solo in un altra stanza. la domanda comunque resta, per quanto tempo dovremo andare avanti cosi?


Per sempre!   

Datevi del tempo per conoscere il cane, creare un rapporto con lui, educarlo alla vita che farà, dargli delle abitudini, insegnargli tutto...capirete da soli i suoi tempi e le sue esigenze! 
Non abbiate fretta, non fissatevi sulle cose, siate irremovibili su quelle 2 o 3 cose che per voi è importante che lui impari e per tutto il resto siate "elastici", dategli il tempo di ambientarsi e crescere con calma, con serenità, con amore. E' un cucciolo, è come un bambino.
Non esiste una risposta uguale per tutti i cani ...e soprattutto per tutti i padroni.
Solo certe cose valgono per tutti: la pazienza, l'amore, il rispetto, la fiducia che avrete per lui, saranno ripagati nella stessa maniera da lui nei vostri confronti.
Quindi, se sarete "bravi" voi lo sarà anche lui
avatar
gio.uolfot

Numero di messaggi : 1679
Età : 43
Località : monza
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 1:33 pm

mi rendo conto che la cosa è soggettiva. la mia "per quanto tempo dovremo andare avanti cosi?" era solo per cercare di farmi un idea anche in base alle esperienze delle altre persone, tanto per sapere come organizzarmi.
io ci ho pensato al problema delle 9 ore che dovrà passare da solo. speravo che col tempo ed i giusti accorgimenti si abituasse alla routine giornaliera. dal lunedì al venerdì più che altro, perché nel fine settimana ci siamo tutto il giorno. ho anche pensato che NON POSSO essere l' unica persona sulla faccia della terra che lavora a tempo pieno, quindi se tanti altri possono farlo (cioè avere un cane pur lavorando 8 ore), in teoria dovrei essere in grado di farlo anch'io. abbiamo comunque preso in considerazione di prenderne subito 2 cani appunto per il problema delle 9 ore. vedremo... non fraintendetemi, ma mi rifiuto di credere che tutti, e dico tutti,quelli che prendono un cucciolo lavorano vicino a casa, o solo part time. detto ciò, se alla fine decidessimo di prenderne un altro, avete qualche consiglio? vanno d' accordo con tutte le razze? dovrebbe essere un altro cucciolo?

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 1:37 pm

un husky?

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Giuliaeco il Mer Ago 13, 2014 1:41 pm

Maggy ha scritto:mi rendo conto che la cosa è soggettiva. la mia "per quanto tempo dovremo andare avanti cosi?" era solo per cercare di farmi un idea anche in base alle esperienze delle altre persone, tanto per sapere come organizzarmi.
io ci ho pensato al problema delle 9 ore che dovrà passare da solo. speravo che col tempo ed i giusti accorgimenti si abituasse alla routine giornaliera. dal lunedì al venerdì più che altro, perché nel fine settimana ci siamo tutto il giorno. ho anche pensato che NON POSSO essere l' unica persona sulla faccia della terra che lavora a tempo pieno, quindi se tanti altri possono farlo (cioè avere un cane pur lavorando 8 ore), in teoria dovrei essere in grado di farlo anch'io. abbiamo comunque preso in considerazione di prenderne subito 2 cani appunto per il problema delle 9 ore. vedremo... non fraintendetemi, ma mi rifiuto di credere che tutti, e dico tutti,quelli che prendono un cucciolo lavorano vicino a casa, o solo part time. detto ciò, se alla fine decidessimo di prenderne un altro, avete qualche consiglio? vanno d' accordo con tutte le razze? dovrebbe essere un altro cucciolo?

verissimo! ma dipende anche dalla razza!
io per il bis ho aspettato 4 mesi ma c'è anche chi prende da subito due cuccioli della stessa cucciolata ad esempio. è molto impegnativo però Wink
avatar
Giuliaeco

Numero di messaggi : 4986
Età : 39
Località : Savona
Data d'iscrizione : 31.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 1:47 pm

impegnativo si, ma quasi sicuro soffrono di meno la solitudine giusto?
ci potrebbe anche essere la possibilità di un fratello, perché erano in 8 e due mi pare che stiano ancora cercando casa.

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Giuliaeco il Mer Ago 13, 2014 1:54 pm

Maggy ha scritto:impegnativo si, ma quasi sicuro soffrono di meno la solitudine giusto?
ci potrebbe anche essere la possibilità di un fratello, perché erano in 8 e due mi pare che stiano ancora cercando casa.
da un lato sì, giocherebbero e si distrarrebbero Very Happy dall'atro farebbero disastri in coppia  Twisted Evil 
io personalmente non ce la farei ma è una cosa soggettiva Wink
avatar
Giuliaeco

Numero di messaggi : 4986
Età : 39
Località : Savona
Data d'iscrizione : 31.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 3:23 pm

Va anche tenuto presente, rispetto all' impegno educativo, che due cuccioli lasciati soli 9 ore al giorno è facile che crescano con la tendenza del gregario ad imparare dal dominante per imitazione, piuttosto che di entrambi a seguire le regole imposte da te.
Come Giulia, io non me la sentirei di imbarcarmi in una simile avventura, specie con giornate lavorative così lunghe, come nel tuo caso.
Rispetto alla razza dell' eventuale secondo cane, sceglierne uno di taglia grossa implica la consapevolezza di uno sviluppo più lento: a parità di età, quando il piccoletto sarà più o meno maturo e tu pronta al sollievo dell' uscita dal periodo più impegnativo, col grosso ne avrai ancora per dei mesi..
Rispetto alla razza, poi, ricorda che il jack è già un tipino tosto, con la tendenza a prendere iniziative non sempre condivisibili.. sicura di volergli affiancare un husky, di cui si dice altrettanto (con l'aggravio di una buona dose di indipendenza e della taglia impegnativa)?

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 3:28 pm

..e occhio coi 2 maschi, anche se cresciuti insieme: qui abbiamo visto dei bei casini..

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da gio.uolfot il Mer Ago 13, 2014 5:41 pm

Quoto Kiara e Giulia.
Io non lo prenderei un secondo cane nella tua situazione.
Non ne avrei preso neanche uno, se avessi avuto così poco tempo da dedicargli !   Wink
avatar
gio.uolfot

Numero di messaggi : 1679
Età : 43
Località : monza
Data d'iscrizione : 20.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da vale_88ASR il Mer Ago 13, 2014 7:50 pm

Mi associo al pensiero di tutti. Ti consiglio vivamente di farlo stancare tanto tanto tanto prima di lasciarlo da solo, portandolo a fare una lunga passeggiata e consentendogli anche di stare libero, annusare, ed esplorare, la cosa migliore è portarlo in campagna. Io lo faccio sempre e la vedo molto rilassata in casa. Maya, nelle purtroppo poche volte in cui mi hanno chiamata a fare sostituzioni a scuola, è rimasta sola per un massimo di 7ore ed appena tornavo non posteggiavo nemmeno la macchina, la caricavo subito e via in campagna, stessa cosa la mattina prima di uscire. Nonostante questo appena rientravo era giustamente un fiume in piena. Capisco anche che per vivere bisogna lavorare, però nove ore senza mai spezzare, non saprei come le vivrebbe. Devi aspettare e vedere un po anche che soggetto hai davanti. Maya ad esempio, ora che ha quasi due anni, anche se la lascio sola 4ore non viene nemmeno a farmi le feste, se la dorme di gusto, forse ha capito che tanto nessuno la abbandona  Very Happy 
avatar
vale_88ASR

Numero di messaggi : 404
Età : 29
Località : colle di val d'elsa
Data d'iscrizione : 22.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Maggy il Mer Ago 13, 2014 8:34 pm

Boh... Adesso mi sento anche parecchio scoraggiata... :alone: . Non vorrei mai che qualcuno la prendesse male, niente di personale... Ma a sentir parlare molte persone sembra che nessuno faccia niente nella vita. A questo punto nessuno dovrebbe fare neanche i figli se ci basiamo sullo stesso ragionamento. Una normale giornata di lavoro è di 8 ore + il tempo che si impiega per raggiungere il posto di lavoro. E' così che viviamo, questo è il tempo a disposizione. Non vedo per quale motivo una persona che vive cosi non dovrebbe avere nient' altro nella vita...
Grazie a tutti comunque e scusate se magari creo confusione in tutto quello che scrivo...

Maggy

Numero di messaggi : 16
Età : 30
Località : Collegno
Data d'iscrizione : 11.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da vale_88ASR il Mer Ago 13, 2014 8:50 pm

Sì, quello che dici è vero. Però è anche vero che se facciamo questa scelta, in cui nessuno ci obbliga, dobbiamo anche fare il possibile per far star bene il nostro amico. Io credo che si possa anche abituare, ma senza dubbio l' uscita della mattina e quella del rientro deve essere molto lunga e appagante per il cane. Io se tutto va bene quest'anno verrò chiamata per una supplenza annuale, ma le maestre fanno 25ore settimanali ed hanno diverse festività. È anche vero che il mio compagno ad esempio sta fuori anche dodici ora quindi di Maya me ne occupo solo io e cerco di farla stare meglio che posso. Io sono convinta che con tanto impegno, consapevolezza e amore si possa fare tutto, o quasi ☺
avatar
vale_88ASR

Numero di messaggi : 404
Età : 29
Località : colle di val d'elsa
Data d'iscrizione : 22.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da vale_88ASR il Mer Ago 13, 2014 8:52 pm

Comunque qui lavorano più o meno tutti, con un po' di organizzazione si fa tutto.
avatar
vale_88ASR

Numero di messaggi : 404
Età : 29
Località : colle di val d'elsa
Data d'iscrizione : 22.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come insegnargli a stare da solo?

Messaggio Da Kiara il Mer Ago 13, 2014 9:39 pm

Maggy, non c'è nulla per cui devi chiedere scusa.. inoltre credo che nessuno intendesse aggrediti, se questa è l'impressione che hai avuto.
Al tuo posto di sicuro metterei da parte i progetti relativi all' adozione di un secondo cane, almeno fino a quando non avrai preso un po' le misure con la gestione di Jack rispetto alla tua quotidianità. Vai per gradi, magari andrà tutto liscio, ma qui nessuno avrebbe mai potuto dirti che 9 ore solo per un cucciolo non sono affatto un problema, visto che non sarebbero l'ideale nemmeno per un cane adulto.
Come osservato da Vale, ovviamente non sei l'unica che lavora qui ed è vero che nonostante questo tutti abbiamo un cane.. personalmente, ho avuto il primo quando ancora stavo in famiglia e per quanto dopo ne abbia sentito la mancanza, andata a vivere per conto mio ci avrei rinunciato, se mia madre non si fosse detta disponibile a tenermi Tina qualche ora mentre lavoro. Da gennaio poi mi hanno passata a forza ad un part-time e Tina naturalmente è l'unica contenta del cambiamento.. che però è stato un semplice imprevisto, non certo una facilitazione, rispetto alla sua gestione, sulla quale potevo fare affidamento nel momento in cui quasi 7 anni fa ho deciso di non rinunciare più ad avere un cane.

_________________
Kiara & Tina


"La natura ci offre lo stato di sogno che procura al nostro corpo ed al nostro spirito la libertà di cui hanno bisogno."
Magritte
avatar
Kiara

Numero di messaggi : 12662
Età : 40
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.chiaraspadetti.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum